• Post category:Mondo / Storia

La storia di Hollow World

Ti sei già immerso nella realtà parallela e cosmopolita di Hollow World?
Scopriamo qualcosa di più della sua storia, spulciando tra gli appunti dell’autore Luca Damiani.

Per scrivere una saga fantasy, non basta pensare ai personaggi e all’infinita battaglia del bene contro il male, tutt’altro. È necessario calarsi, come esploratori di mondi sconosciuti, nella realtà creata, immaginarsi mentre si cammina per le strade, mentre si va negli archivi e si decifra, tra tomi impolverati, la storia del mondo che si dispiega tra le pagine.

Se noi seguissimo l’autore nelle sue ricerche, scopriremmo che cosa ha portato alla guerra che devasta la cittadina di Falar.

Ecco le origini della Repubblica e dell’Impero di Hollow World

Nella prima metà del ‘400, in un mondo devastato dai conflitti tra Impero, monarchie e nazioni democratiche, la Chiesa dispiega il proprio potere su tutti i territori in cui può arrivare la sua influenza.
In questo periodo, fanno la loro comparsa numerosi libri magici, i grimori, capaci di conferire poteri sovrannaturali a chiunque li possieda, mettendo a rischio le fondamenta del potere spirituale e temporale della Chiesa fino ad allora inattaccabile.
La bolla di Papa Innocenzo VIII nel 1484, il Summis Desiderantes Affectibus, dà voce alla preoccupazione della Chiesa verso il dilagante fenomeno della stregoneria e conferisce pieni poteri inquisitori a due frati domenicani dell’Impero: Jacob Sprenger e Heinrich Institor Kramer.
I possessori dei grimori, che erano stati accolti dalla popolazione come santi benedetti dal Signore o, addirittura, come divinità, si ritrovano ora a nascondersi e fuggire dall’opera di repressione.
È l’inizio della più grande opera di sterminio mai attuata nella storia, che si perpetuerà per circa tre secoli.

Eppure, nella seconda metà del ‘700, l’avvento improvviso della Peste Nera pone in ginocchio l’intera umanità che si ritrova inerme difronte al dilagare inarrestabile dell’epidemia. Perfino il Papa contrae la malattia.
I possessori degli antichi libri magici, i grimori, non sono ancora stati tutti sterminati. I sopravvissuti, decidono di mettere da parte le ostilità per salvare l’umanità da questo flagello, al termine del quale vedranno il loro nome riabilitato. La Chiesa, ammettendo i propri errori, decide di ritirarsi in un territorio ai confini settentrionali del globo, mantenendo la propria neutralità.
Alcuni, fra i maghi e le streghe riabilitati, seguono la Chiesa nei territori settentrionali dando vita all’ordine dei “Guardiani della Clemenza” con il compito di portare aiuto e sostegno ai popoli del pianeta. Altri, ritenendo di dover usare le proprie abilità per dare una nuova spinta al mondo, mettono a disposizione le loro conoscenze aiutando l’umanità in un rapido processo di trasformazione economica e sociale.
Per la prima volta nella storia della Terra, le risorse e le speranze che la nuova tecnologia prospetta spingono l’Impero, le monarchie e numerose nazioni a unirsi in un’unica immensa federazione che abbraccia la quasi totalità del mondo. Nasce la Confederazione degli Stati Unificati.

Ma non tutto ha un lieto fine. La rivoluzione industriale attuata dai possessori dei grimori, se da un lato aveva portato nuove prospettive di sviluppo, dall’altro scosse le fondamenta della struttura sociale preesistente, portando l’affermazione della borghesia come classe dominante a discapito del predominio di quella nobiliare. I tumulti e le rivoluzioni continuarono e iniziò una nuova, rinnovata conflittualità.

Nell’anno 1810, alla ricerca di pace e stabilità, l’imprenditore Heinrich Schauenburg viene eletto Primo Ministro della Confederazione degli Stati Unificati ed elevato a Capo di Stato dal Parlamento.
Ben presto, l’idea di un nuovo ordine si scontra con lo strapotere del nuovo Primo Ministro.
Infatti era nato il primo sovrano assoluto dell’umanità unificata, ma anche un dittatore. Heinrich, divenuto sacro e inviolabile, comincia a cambiare il mondo secondo i suoi ideali.
Attirato dalle immense potenzialità che i grimori possiedono, inizia a radunare intorno a sé i più potenti fra i maghi e le streghe della Confederazione e inizia a cambiare il mondo secondo i propri ideali. Abbatte uno a uno i membri della vecchia aristocrazia per poi proclamarsi imperatore Heinrich I, decretando, di fatto, la fine della Confederazione.

È l’alba dell’Impero di Tersia e della dinastia Schauenburg, un mondo in cui la nuova aristocrazia domina sul resto del popolo.
Alla morte dell’imperatore, si scatenano numerose insurrezioni, ma le fondamenta dell’Impero si rivelano incrollabili.
Un gruppo di rivoltosi riesce a fuggire dai territori dell’Impero, varcano l’insidiosa catena montuosa che delimita i territori della Chiesa, ai confini settentrionali, e, al termine di un lungo viaggio, trovano un vasto territorio ancora inesplorato. Decidono di stabilirvisi e, insieme, alle popolazioni del luogo proclamano la nascita della Repubblica, considerandosi i legittimi successori della Confederazione.

Con lo scopo di accaparrarsi grimori sempre più potenti che gli permettano il dominio del mondo intero, l’Impero, per i 150 anni successivi, continuerà a dare inesorabilmente battaglia alla Repubblica.
Uno fra tutti l’oggetto del desiderio dell’imperatore Schauenburg: un grimorio dalla copertina nera con uno stemma e caratteri in filigrana d’oro, che si dice possieda il potere di cambiare il mondo stesso.

Leggi anche altri articoli riguardanti l’universo alternativo di Hollow World, sul nostro blog!